circeCirce - Madeline Miller

La maga Circe, inutile dirlo, ce la ricordiamo tutti: il mito insegna che trasformò gli uomini di Ulisse in maiali quando questi approdarono sulla sua isola. L'episodio è nitido nella nostra memoria e da ragazzini, quando studiavamo epica sui libri di scuola, suscitava non poca ilarità.

arte di legare personeL'arte di legare le persone - Paolo Milone
 
La quotidianità del Reparto77 della Psichiatria d’Urgenza è quella che troviamo in questo libro singolare, scritto da un uomo che per quarant’anni si è occupato e preoccupato per l’altro, il ”matto” che si è smarrito , lo ha ascoltato con rispetto, lo ha accolto camminando insieme a lui e condividendo il suo dolore. Perché “i matti sono nostri fratelli. La differenza tra noi e loro è un tiro di dadi riuscito bene – l’ultimo dopo un milione di uguali –per questo noi stiamo dall’altra parte della scrivania”.
quaderniI quaderni botanici di Madame Julie - Mélissa da Costa
 
Quanto impieghiamo a risorgere, quanto a riprenderci da un lutto assoluto e penso alle madri che perdono i figli o a noi come figli che perdiamo la madre, il padre?
Questa è la storia di un lutto travolgente e di questa piccola donna che isolata dal mondo torna piano verso la penombra e poi verso la luce o perlomeno non la teme più.
donnafugataDonnafugata - Costanza di Quattro 
 
Un uomo, una famiglia, una regione, un’epoca, l’Ottocento. Donnafugata è tutto questo, grazie all’amore di una discendente che ha deciso di ricostruire la storia di un suo avo, della sua vita e della sua dimora privilegiata.
E’ Corrado Arezzo de Spucches, barone di Donnafugata, il protagonista assoluto di questo romanzo che si muove tra presente e passato, con capitoli che raccontano ciascuno una storia, vicina o lontana nel tempo, tra il 1833 e il 1895, non in ordine cronologico, ma rievocando eventi che si snodano nel tempo.

quandotorneròQuando tornerò - Marco Balzano 

Una storia di migrazione, ma non è una delle tante di cronaca, quella raccontata da Marco Balzano. Non i migranti dei barconi che vediamo periodicamente sui nostri schermi e di cui ci dimentichiamo subito dopo, prevalentemente uomini in transito e in cerca di lavoro altrove. Qui c’è una donna, che parla e diventa la voce di tutte le madri che lasciano i figli nella terra di origine e non sanno quando li rivedranno. Uno strappo che si consuma, il loro, a nostro beneficio.

salotto

Le recensioni della Libreria del Tempo

Benvenuti a tutti gli appassionati di libri, vi invitiamo a scriverci quale libro vi ha appassionato, quali sono stati i libri che non vi hanno lasciato dormire la notte, quali vi hanno fatto innamorare. 

Scrivete la vostra recensione e mandatela al nostro indirizzo mail
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Vi aspettiamo numerosi.