colibri

Il Colibrì  - Sandro Veronesi

Il Colibrì muove le ali velocissimamente, fa una fatica immane, e questa fatica gli consente di volare in avanti come tutti gli altri uccelli, ma anche all'indietro, cosa già direi parecchio speciale, e soprattutto gli permette di rimanere sospeso nello stesso punto, immobile. Anche se la sua immobilità è fasulla, ovviamente, è consentita dallo sbattere delle ali, movimento frenetico.

silenzi

 Silenzi di Luca Brunoni

Quanti sono i silenzi che riempiono le nostre giornate? E quanto sono determinanti nell'alterare il corso delle nostre esistenze?

L'ultimo romanzo di Luca Brunoni – Silenzi, appunto, edito da Gabriele Capelli editore – prova a rispondere a queste domande portandoci negli anni Cinquanta e nella vita di Ida, un'orfana di 13 anni. L'opera si apre con l'arrivo di un tutore che la preleva dalla sua ultima casa e la porta in un villaggio dell'Oberland bernese per essere affidata a una coppia di agricoltori, gli Hauser. Il testo si compone quindi di più punti di vista: innanzitutto quello della giovane – che molte volte rinuncerà ad aprire la bocca per immergersi in un dolore agrodolce legato a un avvenimento del passato – e quello degli altri personaggi del villaggio.

intervistaL’Ultima intervista - Eskol Nevo

Nevo ha scritto con L’Ultima intervista uno dei suoi libri più belli, dove alla sapienza nell’organizzare una struttura inedita narrativa, quella dell’intervista simulata, si unisce l’abilità nel fondere due piani – dei fatti e della memoria, della visione e della coscienza morale – sempre intermittenti e capaci di confondere il lettore.
Comincia così una sfida tra il narratore e lo scrittore ricca di colpi di scena, un appassionante viaggio nei meandri del vero e del verosimile.

treno

Il treno dei bambini - Viola Ardone 

E' una storia che sembra un soffio, breve e delicata; una prosa magistrale aiutata da una luce magica che rischiara una porzione di storia che inizia a Napoli nel 1946. Un romanzo che sa di incantesimo e di innocenza infantile, una storia che fa sorridere e commuovere, che fa tremare il cuore di emozione, di tenerezza e anche di molta malinconia. Una malinconia che fa del bene al cuore, complice un finale lento e indimenticabile e una scrittura superlativa.

ewan

Macchine come me di Ian McEwan 

Reputo McEwan uno dei maggiori autori contemporanei, la sua scrittura magistrale seppure un pochino fredda, alcuni suoi libri geniali. È uno scrittore che può essere affrontato a diversi livelli, a seconda del tuo sentire, bisogna riuscire ad entrarci in sintonia, fatto non semplice né scontato.
Questo ultimo libro mi ha creato inizialmente molte perplessità: celebrale, ansiogeno, respingente.
Poi lo capisci (o credi di capirlo) e ti attanaglia in una morsa che non ti lascia più andare.

salotto

Le recensioni della Libreria del Tempo

Benvenuti a tutti gli appassionati di libri, vi invitiamo a scriverci quale libro vi ha appassionato, quali sono stati i libri che non vi hanno lasciato dormire la notte, quali vi hanno fatto innamorare. 

Scrivete la vostra recensione e mandatela al nostro indirizzo mail
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Vi aspettiamo numerosi.