logo sito def

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta il loro utilizzo. Per saperne di piu'

Approvo

Direttiva 2002/58/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 12 luglio 2002, relativa al trattamento dei dati personali e alla tutela della vita privata nel settore delle comunicazioni elettroniche (direttiva relativa alla vita privata e alle comunicazioni elettroniche)

Recensioni

Nelle foreste siberiane

foreste siberiane

 

Nelle foreste siberiane - Sylvain Pesson

'Il lusso? E' la serie delle ventiquattro ore che mi viene incontro offrendosi ogni giorno al mio solo desiderio.'

In questi giorni di 'reclusione'forzata il nostro nuovo consiglio di lettura riguarda un libro il cui autore ha voluto spontaneamente provare a distaccarsi completamente dalla società e vivere per alcuni mesi in assoluta solitudine.

Sylvain tesson, figlio di un noto giornalista francese e giornalista a sua volta, è un grande viaggiatore; si era ripromesso, prima di oltrepassare la soglia dei quarant'anni, di trascorrere sei mesi in completa solitudine in una capanna sulle rive del lago Bajkal, in Siberia, e così è stato: da Febbraio a Luglio 2010 tiene un diario che racconta la sua esperienza e racconta la solitudine estrema, il freddo e la fatica fisica impiegata, tra le altre cose, per procacciarsi il cibo. Ma parla anche della meraviglia provata alla vista della bellezza di una natura quasi incontaminata e della "liberazione" dal peso della convivenza civile.
Dal suo eremo solitario, come un novello Thoreau, Tesson riesce ad osservare con distacco la società e a trarre delle conclusioni sul nostro attuale modo di vivere - sempre di corsa, sempre impegnati - che ci conduce verso un graduale smarrimento di valori, affetti, verso la rinuncia alla nostra vita interiore. L'uomo moderno delega tutto o quasi alle macchine; specialmente noi occidentali non siamo quasi più in grado di ricorrere alle nostre sole forze personali, fisiche o mentali che siano. C'è questo principio di delegazione per cui una macchina farà per me, una macchina penserà per me; c'è questa perdita del giusto senso del valore da attribuire a cose e persone: un oggetto serve solo se è nuovo e se in possesso di molti - uno status symbol; una persona ha importanza in base al denaro che possiede e non per i suoi meriti, le sue capacità, la sua cultura. Non esiste più valore umano ma solo economico.
Come osserva Tesson, le rivolte nei quartieri poveri non avvengono quasi più per ottenere dei diritti ma spesso solo per la rabbia di non possedere gli stessi oggetti dei ceti un po' più abbienti.
Questo periodo di ritiro consente all'autore di riappropriarsi di se stesso, di imparare nuovamente a oziare, immaginare, osservare piccole cose come ad esempio un'ombra che si allunga sul pavimento. E pensare.
E' un libro molto bello, lirico in alcuni passaggi, con delle descrizioni paesaggistiche meravigliose. E' un testo per viaggiare, un testo per sognare e soprattutto è un testo che può davvero fare compagnia e indurre profonde riflessioni.
Consigliatissimo. (Maria)

salotto

Le recensioni della Libreria del Tempo

Benvenuti a tutti gli appassionati di libri, vi invitiamo a scriverci quale libro vi ha appassionato, quali sono stati i libri che non vi hanno lasciato dormire la notte, quali vi hanno fatto innamorare. 

Scrivete la vostra recensione e mandatela al nostro indirizzo mail
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Vi aspettiamo numerosi. 

Come trovarci

logo sito def

 





Orario Apertura

Da Martedì 
a Venerdì 
09.00 - 12.00
14.00 - 18.30
Sabato  09.00 - 12.00
14.00 - 17.00
Lunedì  chiuso
 

interno libreria

 Dove Siamo

 La Libreria del Tempo
 via San Gottardo 156
 6942 Savosa
 Tel:   +41 91 968 12 02 
 Fax:   +41 91 968 12 03
 email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.