logo sito def

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta il loro utilizzo. Per saperne di piu'

Approvo

Direttiva 2002/58/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 12 luglio 2002, relativa al trattamento dei dati personali e alla tutela della vita privata nel settore delle comunicazioni elettroniche (direttiva relativa alla vita privata e alle comunicazioni elettroniche)

Recensioni

L'ultima intervista

intervista 

L’Ultima intervista - Eskol Nevo

Nevo ha scritto con L’Ultima intervista uno dei suoi libri più belli, dove alla sapienza nell’organizzare una struttura inedita narrativa, quella dell’intervista simulata, si unisce l’abilità nel fondere due piani – dei fatti e della memoria, della visione e della coscienza morale – sempre intermittenti e capaci di confondere il lettore.
Comincia così una sfida tra il narratore e lo scrittore ricca di colpi di scena, un appassionante viaggio nei meandri del vero e del verosimile.


Un romanzo magistrale e soprattutto un libro sull’opportunità di scrivere un libro come questo. Una scrittura inesorabile e piena di compassione, in equilibrio fra il racconto forse biografico – distillato purissimo della vicenda umana – e le note dolenti del tempo che trascorre e si consuma.
E nel susseguirsi di episodi esilaranti, pensieri «colti», storie e idee di storie, riflessioni ironiche, dinamitarde, luminose, viene fuori il libro di un intellettuale che vuole essere “onesto”, di un uomo che si è buttato nel mondo a modo suo, per raccontarcelo.
Ma il romanzo è anche un ritratto tagliente di Israele, di un paese e delle sue trasformazioni laceranti ma è anche un romanzo pieno di tenerezza, e di quell’amore tormentato che ognuno prova nei confronti della famiglia e degli amici e del posto in cui è nato.
Ecco, certi luoghi del libro mi fanno sentire nostalgia per lo stupore, stordito dalla forza della scrittura ma anche dalla sua leggerezza malinconica.
"Il mondo non è affatto ordinato. È un casino. Io non cerco mai di metterlo a posto". La citazione è del fotografo Garry Winogrand e potrebbe essere il manifesto di questo romanzo. Non c'è saggezza nel processo creativo dell'artista o dello scrittore ma una momentanea chiaroveggenza gli permette di riconoscere i tratti di quella misteriosa follia che chiamiamo normalità. La scintilla persiste per un attimo anche durante la lettura. Poi si torna, come ogni giorno, ad affannarsi per trovare un senso nelle cose del mondo, cioè a cercare di eludere il nulla.
Eshkol Nevo scrive una storia carica di suspense emotiva e realismo, una riflessione sul ruvido presente, sul sogno caparbio e irrinunciabile dei sentimenti. È un magico narratore, riesce impeccabilmente a sondare l'intimità degli animi, ne rimarrete affascinati. (Luigi)

salotto

Le recensioni della Libreria del Tempo

Benvenuti a tutti gli appassionati di libri, vi invitiamo a scriverci quale libro vi ha appassionato, quali sono stati i libri che non vi hanno lasciato dormire la notte, quali vi hanno fatto innamorare. 

Scrivete la vostra recensione e mandatela al nostro indirizzo mail
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Vi aspettiamo numerosi. 

Come trovarci

logo sito def

 





Orario Apertura

Da Martedì 
a Venerdì 
09.00 - 12.00
14.00 - 18.30
Sabato  09.00 - 12.00
14.00 - 17.00
Lunedì  chiuso
 

interno libreria

 Dove Siamo

 La Libreria del Tempo
 via San Gottardo 156
 6942 Savosa
 Tel:   +41 91 968 12 02 
 Fax:   +41 91 968 12 03
 email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.